La Sapienza e l'Ignoranza

Terenzio

terence.gifTomaso antonio vitaliRien n'est pire qu'un ignorant qui ne reconnaît aucune chose pour vraie hormis ce qui lui plaît.
Non vi è di peggio che un ignorante, che non riconosce nulla giusto se non quello che piace a lui.

Italie musique   Baroque musique (début XVIIe s.- milieu du XVIIIe s.)   La Sapienza e l'Ignoranza

Confucio

Il saggio ricerca la causa dei propri errori in se stesso, lo stolto la cerca negli altri. 
Le sage cherche la cause de ses fautes en lui-même, l'insensé la cherche dans les autres.

Calchaquies argentine

Nevi e ghiacciai   La Saggezza e la Follia   La Sapienza e l'Ignoranza

Il Tao

Chi sa non parla, chi parla non sa. Il saggio insegna con atti, non con parole.  
Celui qui sait ne dit rien, celui qui dit ne sait rien. Le sage enseigne par ses actes, non par ses paroles.

L 'Himalaya vu de l'espace

Nevi e ghiacciai   La Sapienza e l'Ignoranza   La Parola e il Silenzio

Abd-el-Kader

abd-el-kader.jpegLe savant est l'homme pour lequel s'opère facilement la distinction entre la franchise et le mensonge dans les paroles, entre la vérité et l'erreur dans les convictions, entre la beauté et la laideur dans les actes.
Lo scienziato è l'uomo che facilmente sa fare la distinzione tra la sincerità e la menzogna nelle parole, tra la verità e l'errore nelle convinzioni, tra la bellezza e la bruttezza negli atti.

Afrique du Nord  La Sapienza e l'Ignoranza  La Verità e la Menzogna

Il Talmud

talmud.jpegTel apprend pour soi, et n'en communique rien aux autres ; 
tel enseigne les autres, mais n'apprend jamais pour soi.
C'è chi impara per se stesso e non ne comunica niente agli altri e c'è chi insegna agli altri, ma non impara mai per se stesso.

Italie musique  La Sapienza e l'Ignoranza

George Orwell

George orwellChaque année, de moins en moins de mots, et le champ de la conscience de plus en plus restreint.
Anno dopo anno, sempre meno parole, e il margine di consapevolezza sempre più ridotto.

Royaume-Uni-Irlande citations  États-Unis musique  La Parola e il Silenzio  La Sapienza e l'Ignoranza

Confucio

confucius.jpegCelui qui ne sait pas et qui croit qu’il sait, c'est un sot : évite-le.
Celui qui ne sait pas et qui sait qu’il ne sait pas, c'est un ignorant : instruis-le.
Celui qui sait et qui ne sait pas qu’il sait, c'est un endormi : éveille-le.
Celui qui sait et qui sait qu’il sait, c’est un maître, suis-le.
Colui che non sa, e non sa e crede di sapere, è uno sciocco : evitalo.
Colui che non sa, e sa di non sapere, è un ignorante : istruiscilo.
Colui che sa, e non sa di sapere, è un addormentato : sveglialo.
Colui che sa, e sa di sapere, è un saggio : seguilo.

France musique  La Sapienza e l'Ignoranza

 

Henri Michaux

henri-michaux.jpegGuillaume du fayL'enseignement de l'araignée n'est pas pour la mouche.
L'insegnamento del ragno non conviene alla mosca.

Belgique   La Sapienza e l'Ignoranza

Omraam Mikhael Aïvanhov

omraam-mikhael-aivanhov.jpegEn apparence, les humains sont très instruits quand il s’agit de fruits et de légumes, mais dès qu’il s’agit du domaine de l’âme, de la pensée, ils ne savent plus rien. Ils croient qu’ils vont récolter le bonheur, la joie, la paix tout en semant la violence, la cruauté, la méchanceté. Eh non, ils récolteront aussi la violence, la cruauté, la méchanceté. Mais comme ils ne comprennent rien, ils s’agitent, ils sont furieux, révoltés, ça prouve qu’ils ne sont pas de bons agriculteurs !
Quando si tratta di frutta e verdura, gli esseri umani ragionano in modo corretto, ma quando si tratta del campo morale, psichico, non capiscono più nulla ; credono di poter raccogliere la felicità, la gioia, la pace, pur seminando la violenza, la crudeltà e la cattiveria. Ma non è così, se hanno seminato violenza, crudeltà e cattiveria, quel che hanno seminato raccoglieranno. Però, siccome non capiscono, si meravigliano e si ribellano contro quello che accade loro. Questo è la prova che non sono bravi contadini !

France peinture  Romantisme en peinture (XIXe s.)  Europe Centrale et Orientale citations   La Sapienza e l'Ignoranza

I ciechi e l'elefante

Les aveugles et l'éléphant

Un giorno degli Indù portarono un elefante che mostrarono in una casa oscura. Entrarono diverse persone per conoscere questo strano animale che non avevano mai visto. Il luogo era, però, buio, e, coloro che accorsero per osservare l’elefante, dovettero tastarlo con le mani.​

Allora una persona gli toccò la proboscide e disse : "Questo animale è come un tubo".

Un’altra persona gli toccò l’orecchio e disse : "Questo animale sembra un ventaglio".

Un altro ancora che gli toccò una zampa disse : "Ha la forma di un pilastro".

Un’altro individuo gli misi la mano sulla schiena e disse: "Questo elefante ha la forma di un trono".

Ogni individuo che lo tastava si creava una sua idea di questo strano animale che non aveva mai visto.

Se in quella stanza ci fosse stata la luce, tutti quegli individui avrebbero percepito l’elefante alla stessa maniera. Mancando la luce, e affidandosi al tatto, ognuno se ne faceva una idea diversa.

 

L’occhio della percezione sensoriale è tanto limitato quanto il palmo della mano che non è in grado di afferrare la totalità.

L’occhio del mare è una cosa, la sua schiumaè un’altra ; tralascia la schiuma e guarda con l’occhio del mare. Giorno e notte, provenienti dal mare, si muovono le falde di schiuma ; tu vedi la schiuma e non il mare. Come è strano !

Urtiamo gli uni contro gli altri come barche ; i nostri occhi non vedono, anche se ci troviamo nell’acqua chiara.

Tu che dormi nella barca del tuo corpo : hai visto l’acqua; contempla l’Acqua dell’acqua.

L’acqua ha un’acqua che la emette, lo spirito uno spirito che lo chiama.

 

Ddialal-al-Dîn-Rûmî, estratto del "Mathnawī"

Euclide

euclide.jpegCe qui est affirmé sans preuve peut être nié sans preuve.
Ciò che può essere affermato senza prova, può essere negato senza prova.

Déserts   Grèce citations  La Sapienza e l'Ignoranza  Deserti

Creare un sito gratuito con emioweb.it - Segnalare un contenuto inappropriato sul sito - Signaler un contenu illicite sur ce site